BLOG

3 minuti di lettura (689 parole)

La Parabola del Granello di Senape

La Parola

Dal Vangelo secondo Marco

Mc 4,26-34

In quel tempo, Gesù diceva [alla folla]: «Così è il regno di Dio: come un uomo che getta il seme sul terreno; dorma o vegli, di notte o di giorno, il seme germoglia e cresce. Come, egli stesso non lo sa. Il terreno produce spontaneamente prima lo stelo, poi la spiga, poi il chicco pieno nella spiga; e quando il frutto è maturo, subito egli manda la falce, perché è arrivata la mietitura».

Diceva: «A che cosa possiamo paragonare il regno di Dio o con quale parabola possiamo descriverlo? È come un granello di senape che, quando viene seminato sul terreno, è il più piccolo di tutti i semi che sono sul terreno; ma, quando viene seminato, cresce e diventa più grande di tutte le piante dell'orto e fa rami così grandi che gli uccelli del cielo possono fare il nido alla sua ombra».

Con molte parabole dello stesso genere annunciava loro la Parola, come potevano intendere. Senza parabole non parlava loro ma, in privato, ai suoi discepoli spiegava ogni cosa.

Parola del Signore 

Il Commento

Avete mai visto un granello di senape? Guardate come sono piccoli. Sono i semi più piccoli che io abbia mai visto. Un granello di senape è così piccolo che se per caso lo stesse tenendo in mano e vi cadesse, probabilmente non riuscireste più a trovarlo. Eppure, nonostante sia così piccolo, il seme della senape, quando viene piantato da vita ad una pianta così grande che gli uccelli del cielo possono fare il nido alla sua ombra. Forse potremmo provare anche noi, è semplice e divertente. Basta prendere un vasetto, riempirlo con un po' di terra, e piantarci dentro qualche semino. Dopo qualche giorno cominceranno ad uscire i primi germogli, e se ci impegneremo ad innaffiarlo e a posizionarlo nell'ambiente più adatto, vedremo come da una cosa così piccola nascerà qualcosa di meraviglioso.

Nel vangelo di oggi Gesù, usando una parabola, paragona il Regno di Dio proprio ad un granello di senape.

Cosa ci vuole dire il Signore con questa immagine? Pensateci un attimo. Quando Gesù iniziò il suo ministero terreno, dopo essere stato battezzato da Giovanni, era solo. La Bibbia ci racconta che Gesù passando lungo il mare di Galilea vide due pescatori, Simone e Andrea suo fratello mentre gettavano le reti in mare. "Venite dietro a me" disse loro Gesù. E subito lasciarono le reti e lo seguirono. Andando un poco oltre videro altri due fratelli, Giacomo e Giovanni mentre riparavano le loro reti. Gesù li chiamò e anche loro lasciarono le reti e lo seguirono. Uno ad uno, Gesù chiamò personalmente tutti i suoi discepoli fino a che diventarono dodici. Erano pochi, ma poi Gesù li inviò a proclamare il Vangelo e loro portarono altri discepoli, e così, lentamente il Regno di Dio è cresciuto fino ad arrivare agli estremi confini della terra.

Gesù ha seminato la sua Parola, qualcosa di piccolissimo, come il granello di senape, l'ha seminata nel cuore dei discepoli, nel nostro cuore e in tutto il mondo, e il Regno che ne fiorisce è così grande che non si può nemmeno misurare.

Purtroppo però ci sono anche semi che fanno crescere quelle che chiamiamo ebracce, piante che non danno frutto e che piano piano tolgono spazio, aria e terreno alle piante buone.

Succede anche con noi. A volte lasciamo crescere nel nostro cuore semi cattivi come l'egoismo, la critica, il rancore. Comportamenti negativi che oltre ad essere un male per noi, sono un cattivo esempio anche per gli altri che purtroppo non porta buoni frutti. 

L'Impegno

In questo tempo di vacanza, allora, cerchiamo di diventare seminatori del Regno di Dio. Ad esempio non escludendo nessuno nel gioco, dandoci da fare per aiutare la mamma e il papà, e poi... fate lavorare voi la vostra fantasia!

Mettete tutto il vostro impegno affinché tutti i semi buoni che avete nel vostro cuore crescano e non permettete, per nessuna ragione al mondo, che anche uno solo di essi muoia.

Buona domenica e Buone Vacanze a tutti! 

×
Rimani Aggiornato

Quando ti iscrivi al blog, ti invieremo un'e-mail quando ci sono nuovi aggiornamenti sul sito per non perderli.

I doni dello Spirito Santo: Il Timore di Dio
Corpus Domini
 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
Già registrato? Login qui
Guest
Venerdì, 14 Giugno 2024

INFO

QUESTO SITO NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. NON PUÒ PERTANTO CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N.62 DEL 7.03.2001. ALCUNE DELLE IMMAGINI E DEI CONTENUTI PUBBLICATI SONO TRATTI DA INTERNET E, PERTANTO, CONSIDERATI DI PUBBLICO DOMINIO; QUALORA LA LORO PUBBLICAZIONE VIOLASSE EVENTUALI DIRITTI D’AUTORE, VOGLIATE COMUNICARLO. SARANNO IMMEDIATAMENTE RIMOSSI.

EVENTI IN CALENDARIO

Aprile 2024
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30

LINK

DONAZIONE

Carissimi, la gestione di questo sito comporta dispendio di tempo ed energie, anche finanziarie. Se apprezzate il nostro lavoro potete contribuire con una libera donazione. Grazie e... buon cammino!

Donazione

Visitatori OnLine

Abbiamo 94 ospiti e nessun utente online